lunedì, febbraio 06, 2006

fobie d'archivio

mettere il naso, le mani o il mouse
in un archivio mi crea sempre ansie da polvere
soprassalti da dimenticanza
panico da oblio.

daltronde che altro sarebbe un archivio
se non un posto dove ficcare
tutto quello che ti trovi tra i piedi, o per le mani,
a futura memoria.

un archivio è una sorta di "mise en abyme"
cioè immagine speculare ma dispersa
del proprio operare
una traccia offondata e specchio del visibile e conscio,
ma sto divagando...

poi se si aggiunge all'ansia d'archivio su citata
il trasferimento on line
il panico diventa terrore
caricare e scaricare cartelle da 400mega
è un'impresa ardua a qualsiasi connessione
e tutto questo aspettare per poi dover sur-fare
tra le proprie cagate in oblio
- come fare le pulizie di primavera -
poi didascalie, riordinare le serie in nuove cartelle
provviste di senso! e infine ricaricare tutto on line

ma bisogna pur mettere ordine
e a volte, ahimé, lavorare

per la serie a fare foto non ci vuole un ...clic!

5 commenti:

grapa ha detto...

ohi ma della tua memoria storia allora nn hai più bisogno?!?
uff...!
graPA

faberimaginis ha detto...

...non potrei mai fare senza!

Anonimo ha detto...

scusate l'ignoranza, ma che vuol dire "una traccia offondata"...
grazie

Un amico della "vicinanza"

grazia ha detto...

ahhhhansia d'archivio (aggravata da torcicollosi movimenti) pure qui...ahi ohi patapunf patapanf..

francifra ha detto...

eheheh io con l'archivio ho un po' il dente avvelenato, ultimamente... niente a che fare con il web, sia chiaro, ma che fatica..

un abbraccio
:-)
bacibà